Royale Finance ritiene che il gioco e la DeFi

  • von

Royale Finance ritiene che il gioco e la DeFi siano fatti l’uno per l’altro

Cosa hanno in comune il gioco e la finanza decentralizzata (DeFi)? In superficie, non molto: il secondo è un movimento criptico incentrato sull’accesso aperto ai primitivi della finanza, mentre il primo, che comprende sia il videogioco che l’iGaming, si occupa di intrattenimento. Come si vede, molte delle Crypto Code caratteristiche rendono blockchain adatte ad ospitare applicazioni DeFi – trasparenza, ridondanza, minimizzazione della fiducia, prova verificabile – si applicano anche al gioco, al fine di dimostrare che i giochi sono leali e che i giocatori non sono stati truffati dalla casa.

Nel 2021, un progetto avrà la missione di favorire maggiori sinergie tra DeFi e il gaming per formare iGDeFi (iGaming DeFi). Il progetto è Royale Finance, e sta debuttando al momento ottimale sulla piattaforma ottimale. Royale Finance sarà il terzo progetto ufficiale da lanciare su Polkastarter, il Polkadot DEX e launchpad che permette ai partecipanti del crowddsale di acquistare gettoni utilizzando ETH.

Mentre i tempi e l’impostazione della vendita di Royale Finance sono fortuiti, il vero punto di discussione è quello che viene dopo. Royale Finance può fare di iGDeFi una cosa nel 2021? E se sì, come si svolgerà questo matrimonio tra gioco e DeFi?

Perché è un affare migliore

La Royale Finance è costruita intorno al concetto di gioco leale e dimostrabile: l’idea che i giocatori dei casinò e di altre piattaforme basate sul caso dovrebbero sapere che la casa non li sta imbrogliando. Quando si gioca online, come si fa a capire se il prossimo lancio dei dadi o la rotazione delle slot è stato predeterminato o è veramente casuale?

Un problema che si risolve in modo corretto utilizzando un algoritmo che genera un risultato criptato per il gioco e lo invia al giocatore insieme a una chiave di verifica per dimostrare che il risultato corretto è stato raggiunto. La soluzione hashed può essere memorizzata su una catena di blocco pubblica, che serve come prova. L’idea non è che il giocatore controlli manualmente ogni lancio di dadi per assicurarsi che non siano stati imbrogliati; piuttosto, l’esistenza di un tale sistema dissuade dall’imbrogliare, poiché anche un solo incidente potrebbe rovinare la reputazione del fornitore di giochi in questione.

Questo, in poche parole, è il modo in cui funziona in modo dimostrabile in un contesto di blockchain. La tecnologia c’è, ma mancano gli strumenti per metterla nelle mani dei normali utenti del web. È qui che entra in gioco la Royale Finance.

Gioco a catena incrociata per la generazione degli smartphone

Le applicazioni decentralizzate (dApp) consentono a chiunque abbia uno smartphone di interagire con le reti di crittografia e di partecipare al commercio, al gioco e ad altri passatempi. La censura è praticamente impossibile, il che significa che le persone possono partecipare indipendentemente dal luogo, dal reddito o dallo status. Il problema con le dApp, tuttavia, è che l’esperienza dell’utente è stata tradizionalmente non ottimale, mentre le transazioni sono lente e costose a causa della necessità di trasmettere ogni azione alla rete e attendere la conferma.

Polkadot risolve questi ultimi problemi attraverso la fornitura di un framework scalabile che supporta un alto throughput e bassi costi. Royale Finance ritiene di poter fornire l’infrastruttura per supportare una serie di dApp iGaming, unite da una liquidità condivisa. Questi progetti saranno in grado di attingere alla comunità di possessori di gettoni di Royale e di incentivarli a partecipare. L’etica alla base di Royale è quella dell’onestà, della trasparenza e della governance decentrata. Costruito dalla gente, per la gente, in altre parole, utilizzando un quadro di riferimento dimostrabilmente equo.

Da IDO a iGDeFi

Prima che Royale Finance possa costruire la sua rete iGaming, c’è la questione della distribuzione del suo gettone alla comunità. Questo avverrà per gentile concessione di Polkastarter dove, il 21 dicembre, saranno messi in vendita 2,5 milioni e mezzo di gettoni ROYA, con un tetto massimo di 300.000 dollari. Vista la forte domanda per i primi progetti che saranno elencati sul Polkadot DEX (SpiderDAO sold out in pochi minuti, attirando 30.000 partecipanti), i gettoni di Royale andranno probabilmente a ruba.

Una volta che l’offerta Initial Dex Offering sarà fuori dai giochi, il team di Royale inizierà a salire a bordo dei suoi primi partner e si preparerà a inaugurare una nuova era per il gioco leale, sfruttando le capacità uniche di blockchain nel mondo dell’iGaming.